14 ottobre 2016

Brachi “apre” in India e Pakistan

Siglati due contratti di partnership con altrettanti laboratori del subcontinente indiano

Dopo Cina e Bangladesh, Brachi sbarca in India e Pakistan. È stato ufficializzato in questi giorni il doppio contratto che estende il business del laboratorio italiano a due paesi-chiave per i settori del tessile e della moda.
Se la maggiore industria del Pakistan è quella cotoniera, infatti, l’India è un’area strategica anche per il settore della pelle, dove molti brand di casa nostra hanno non a caso proprie produzioni.
Ecco allora la scelta di Brachi di fare base anche in India e Pakistan, coerentemente con la sua filosofia che la vuole accanto alle aziende là dove hanno i loro interessi, assicurando gli stessi elevati standard di qualità a cui sono abituate in Italia.

La collaborazione con PTTF - Pakistan Textile Testing Foundation, laboratorio accreditato ISO 17025 con sede a Faisalabad, porterà all’emissione di rapporti di prova con logo Brachi e PTTF, una duplice garanzia dell’autorevolezza dei test eseguiti.
Del tutto speculare la partnership con Testtex, laboratorio accreditato ISO 17025 con head office a Mumbay e sedi a Tiripur, Noida e Rajkot. Una realtà di altissimo spessore in grado di eseguire tutte i principali test per una clientela internazionale.

«Orgoglio è la parola che descrive forse meglio lo spirito con il quale abbiamo portato a termine questa operazione», ha commentato Giulio Lombardo, direttore commerciale e marketing di Brachi. «L’orgoglio di muovere la qualità ovunque lo richieda il mercato e l’orgoglio di portare avanti un progetto di espansione realistico negli obiettivi e sempre coerente con il nostro approccio al servizio».

Condividi