Accreditamenti

Affidabilità certificata

Affidabilità certificata

Dal 1981, anno del primo importante accreditamento da parte di Mark & Spencer, il laboratorio Brachi ha ottenuto numerosi analoghi attestati a certificazione del livello di competenza raggiunto nello svolgimento di un ventaglio sempre più ampio di prove.

Un indice ugualmente rilevante di autorevolezza è l’appartenenza di molti nostri tecnici alle commissioni tecniche in sede UNI, ISO, Ecolabel, AATCC.

Tra gli accreditamenti più rilevanti, l’Accreditamento ACCREDIA, ottenuto in conformità alle prescrizioni della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025 e ai criteri applicabili delle norme UNI EN ISO 9000. In conformità alle stesse norme, il ramo cinese dell’azienda ha ottenuto l'accreditamento CNAS.

All’anno 2000 risale l’idoneità ricevuta dal Ministero dell’Industria Italiano ad eseguire i controlli preliminari necessari per la verifica dei criteri di conformità ad ECOLABEL, unico marchio della Comunità Europea.

Tratto distintivo del laboratorio è l'accreditamento CMA, l'unico che abbia valore legale in Cina.
Essenziale per la piena operatività sul mercato americano è poi l’Accreditamento della Consumer Product Safety Commission (CPSC). Solo i laboratori in possesso di questa credenziale, infatti, possono emettere certificato di conformità alle vigenti norme di sicurezza che deve accompagnare per legge ogni prodotto per l’infanzia destinato al mercato USA.

Scarica l'elenco aggiornato delle prove accreditate ACCREDIA

logo Accredia

LAB N° 0224

Membro degli Accordi di Mutuo Riconoscimento
EA, IAF e ILAC

Signatory of EA, IAF and ILAC
Mutual Recognition Agreements

Accreditamento laboratori

Attesa entro dicembre la pubblicazione dello standard ISO/IEC 17025:2017

È attesa a fine anno la pubblicazione della nuova norma internazionale ISO/IEC 17025:2017 per l’accreditamento dei laboratori di prova e di taratura. Il ritardo rispetto alle stime iniziali è dovuto alla decisione del gruppo di lavoro ISO/CASCO/WG 44 di rilasciare il documento FDIS (Final Draft International Standard).

PFOA e sostanze affini nel REACH

Le nuove misure dall’Unione Europea entreranno in vigore a partire dal 4 luglio 2020

L'Unione Europea ha diffuso una serie di misure per disciplinare l’utilizzo dell’acido perfuoroottanoico (PFOA),dei suoi sali e delle sostanze correlate in una vasta gamma di prodotti, il tutto nell'ambito dell'Allegato XVII del regolamento REACH. La nuova legge sarà attuata in diverse fasi a partire dal 4 luglio 2020.

Biossido di titanio sospettato di causare il cancro

L’ECHA propone il suo inserimento in Categoria 2

Il Comitato per la Valutazione del Rischio dell’ECHA, l’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche, ha proposto di includere il biossido di titanio fra le sostanze cangerogene. Per il suo alto indice di rifrazione, il composto è utilizzato in forma di pigmento bianco come opacizzante e colorante delle fibre tessili.