Clienti

Testimoni di competenza

Testimoni di competenza

I nostri clienti parlano per noi. Griffe del lusso internazionali, brand della moda giovane e del design, imprese di nicchia e piccole realtà industriali poco note al grande pubblico ma ben affermate nel settore di riferimento… È l’eccellenza, in tutti i casi, a definire il senso della partnership con Branchi e il comune impegno per la qualità.

Si fidano di noi, tra gli altri:

Benetton - Nordstrom - Prada - Next - Gucci - WP-Woolrich - Giorgio Armani - Loro Piana -Phard - Calzedonia - Ferragamo - Arcadia - The Gap - Ann Taylor - Jos A. Bank - Sears - Ermenegildo Zegna - Target - Timberland - Oasis - Guess - Gherardini - Roberto Cavalli - Borbonese - Tom Ford - Chiccho - Burberry - Stefanel - Pinko - Natuzzi - Colmar - Bottega Veneta - Donna Karan - Kappahl - Brooks Brothers - YSL - Think Pink - Guardia di Finanza - Marzotto - Bloomingdale - Abercrombie - Yamamay

Brachi contributor di ZDHC

Cresce il supporto delle aziende al programma di Zero Discharge of Hazardous Chemicals

C’è anche Brachi Testing Services fra i sette nuovi membri di Zero Discharge of Hazardous Chemicals (ZDHC), il sodalizio internazionale di aziende che, operando nel e per il settore della moda hanno deciso di lavorare insieme per ridurre l’utilizzo delle sostanze chimiche in produzione a tutela dei lavoratori, dei consumatori e dell’ambiente.

Turchia, nuovi controlli sulle calzature

Le sostanze interessate sono il Cromo VI e il Dioctilstagno

Ha avuto ufficialmente inizio il 10 luglio scorso il nuovo controllo specifico sui prodotti calzaturieri annunciato con circolare interna dal Ministero dell’Economia turco. Il controllo riguarda in particolare i contenuti di Cromo VI e Dioctilstagno sottoposti a restrizioni. Il Ministero aveva già condotto un controllo analogo sugli Ftalati.

REACH, conto alla rovescia!

Meno di un anno per adeguarsi agli obblighi previsti dal regolamento UE in materia di sostanze chimiche

Scadrà il 1° giugno 2018 il lungo periodo transitorio previsto dal Regolamento CE 1907/2006, meglio noto come REACH, entrato in vigore nel 2007 con l’obiettivo di razionalizzare il precedente quadro legislativo in materia di sostanze chimiche dell’Unione Europea. Le aziende che non si sono organizzate, hanno ancora pochi mesi di tempo.