My Lab

Dedicato ai nostri clienti

Dedicato ai nostri clienti

Il rapporto di partnership che Brachi stabilisce con i propri clienti si sostanzia anche in My Lab, il sofisticato servizio di laboratorio online, integrato con la piattaforma web del Gruppo, attraverso cui è possibile accedere attraverso username e password personali.

Il servizio My Lab consente fra l’altro di:

• monitorare in tempo reale lo stato di avanzamento delle prove di laboratorio in corso;
• consultare l’archivio dei rapporti di prova già emessi;
• porre quesiti tecnici sull’esito dei singoli rapporti di prova in visione;
• richiedere test online attraverso la compilazione di un modello preformato;
• ottenere informazioni dettagliate sulla composizione delle etichette di manutenzione.

Brachi contributor di ZDHC

Cresce il supporto delle aziende al programma di Zero Discharge of Hazardous Chemicals

C’è anche Brachi Testing Services fra i sette nuovi membri di Zero Discharge of Hazardous Chemicals (ZDHC), il sodalizio internazionale di aziende che, operando nel e per il settore della moda hanno deciso di lavorare insieme per ridurre l’utilizzo delle sostanze chimiche in produzione a tutela dei lavoratori, dei consumatori e dell’ambiente.

Turchia, nuovi controlli sulle calzature

Le sostanze interessate sono il Cromo VI e il Dioctilstagno

Ha avuto ufficialmente inizio il 10 luglio scorso il nuovo controllo specifico sui prodotti calzaturieri annunciato con circolare interna dal Ministero dell’Economia turco. Il controllo riguarda in particolare i contenuti di Cromo VI e Dioctilstagno sottoposti a restrizioni. Il Ministero aveva già condotto un controllo analogo sugli Ftalati.

REACH, conto alla rovescia!

Meno di un anno per adeguarsi agli obblighi previsti dal regolamento UE in materia di sostanze chimiche

Scadrà il 1° giugno 2018 il lungo periodo transitorio previsto dal Regolamento CE 1907/2006, meglio noto come REACH, entrato in vigore nel 2007 con l’obiettivo di razionalizzare il precedente quadro legislativo in materia di sostanze chimiche dell’Unione Europea. Le aziende che non si sono organizzate, hanno ancora pochi mesi di tempo.