Prove di laboratorio

Servizi su misura

Servizi su misura

Forte di un team tecnico di alto livello aggiornato attraverso regolari sessioni di formazione, Brachi è in grado di effettuare la gran parte dei test previsti dalla normativa italiana UNI ed europea EN, molti dei quali accreditati ACCREDIA (scorri l'elenco completo). L’idea di fondo è che non esistono prove standard in senso stretto: pensiamo che ogni prova, anche la più ordinaria, vada decisa ed effettuata sulle specifiche esigenze del cliente.

Un sofisticato parco di apparecchiature, costantemente ampliato e adeguato alle ultime innovazioni tecnologiche, ci consente di eseguire numerose prove previste dalle normative internazionali ISO, inglesi BS, tedesche DIN, cinesi GB, statunitensi ASTM, AATCC e CFR, giapponesi JIS, nonché dalle normative IUC, IUP e IUF per l’industria conciaria.

Anche nella tempistica, il nostro laboratorio è in grado di supportare le imprese con servizi dedicati. BrachiFast è uno di questi: un servizio in abbonamento che garantisce il risultato delle analisi entro un giorno dal ricevimento del campione. Uniche eccezioni, le ammine aromatiche, gli APEO’s (alkyl phenol ethoxylates), i metalli pesanti e il cromo esavalente, per i quali i giorni necessari salgono a due.

PER RICHIEDERE UN TEST OCCORRE COMPILARE IL MODULO TEST REQUEST FORM (TRF) SCARICABILE DA QUESTA PAGINA. IL MODULO, DEBITAMENTE COMPILATO, VA CONSEGNATO AL LABORATORIO UNITAMENTE AIL CAMPIONE DA TESTARE.

Test Request Form (TRF)
Condizioni di Servizio
Quantità Minime per Prove

logo Accredia

LAB N° 0224

Membro degli Accordi di Mutuo Riconoscimento
EA, IAF e ILAC

Signatory of EA, IAF and ILAC
Mutual Recognition Agreements

Accreditamento laboratori

Attesa entro dicembre la pubblicazione dello standard ISO/IEC 17025:2017

È attesa a fine anno la pubblicazione della nuova norma internazionale ISO/IEC 17025:2017 per l’accreditamento dei laboratori di prova e di taratura. Il ritardo rispetto alle stime iniziali è dovuto alla decisione del gruppo di lavoro ISO/CASCO/WG 44 di rilasciare il documento FDIS (Final Draft International Standard).

PFOA e sostanze affini nel REACH

Le nuove misure dall’Unione Europea entreranno in vigore a partire dal 4 luglio 2020

L'Unione Europea ha diffuso una serie di misure per disciplinare l’utilizzo dell’acido perfuoroottanoico (PFOA),dei suoi sali e delle sostanze correlate in una vasta gamma di prodotti, il tutto nell'ambito dell'Allegato XVII del regolamento REACH. La nuova legge sarà attuata in diverse fasi a partire dal 4 luglio 2020.

Biossido di titanio sospettato di causare il cancro

L’ECHA propone il suo inserimento in Categoria 2

Il Comitato per la Valutazione del Rischio dell’ECHA, l’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche, ha proposto di includere il biossido di titanio fra le sostanze cangerogene. Per il suo alto indice di rifrazione, il composto è utilizzato in forma di pigmento bianco come opacizzante e colorante delle fibre tessili.