Prove di Laboratorio

Il Laboratorio Brachi vanta decenni di esperienza nei test sul cashmere.

Diversificazione e specializzazione

Forte di un team tecnico di primo livello e di apparecchiature all’avanguardia tecnologica, Brachi Testing Services è in grado di effettuare la quasi totalità dei test richiesti dal mercato, secondo le principali norme nazionali e internazionali: UNI, EN, ISO, ASTM, AATCC e CFR, GB, JIS, IUF, ecc.

La partecipazione stabile a circuiti interlaboratorio garantisce l’affidabilità di tutti i test eseguiti.

Il nostro catalogo di prove, molte delle quali certificate ACCREDIA, è tra i più completi sul mercato.
Le nostre competenze spaziano dai prodotti tessili per i settori della moda e dell’arredo ai tessuti-non tessuti, ai capi di abbigliamento, dalla pelle al cuoio, alle componenti metalliche e non metalliche, dagli articoli di pelletteria alle calzature fino agli ausiliari chimici, e alle acque industriali oltre che ai giocattoli di materiale tessile.

Fiore all’occhiello del laboratorio è la lunga esperienza nei test su cashmere: Brachi Testing Services è uno dei pochi laboratori al mondo riconosciuti dalla maggiore organizzazione internazionale di tutela del cashmere CCMI.


RICHIEDI UN TEST
Scarica il Test Request Form. Il modulo, compilato in tutti i suoi campi, va consegnato al laboratorio unitamente al campione da testare.

Condizioni di Servizio
Quantità Minime per Prove

logo Accredia

LAB N° 0224

Membro degli Accordi di Mutuo Riconoscimento
EA, IAF e ILAC

Signatory of EA, IAF and ILAC
Mutual Recognition Agreements

Avviso ai consumatori

Dal 30 agosto, nuovi obblighi per comunicare la presenza sui prodotti di sostanze chimiche nocive

Un emendamento al Regolamento noto come California Proposition 65 stabilisce che, dal 30 agosto, i prodotti commercializzati in California contenenti sostanze soggette al Safe Drinking Water and Toxic Enforcement Act of 1986 dovranno riportare un avviso ai consumatori che li informa sulla presenza di sostanze nocive per la salute.

Al bando 33 sostanze classificate CMR

Le restrizioni riguardano i prodotti tessili e le calzature commercializzati nell'UE

L’Unione Europea ha approvato una serie di importanti restrizioni d’uso per 33 sostanze classificate CMR in articoli tessili, abbigliamento e calzature.
Si tratta di sostanze cancerogene, mutagene e tossiche per la riproduzione impiegate nei processi produttivi o per attribuire al prodotto proprietà specifiche.

Inquinamento da microplastiche

Pronta una legge per l’etichettatura dei capi di abbigliamento con alto contenuto di fibra sintetica

In California è in discussione una legge che renderà obbligatoria l’etichettatura dei capi di abbigliamento contenenti almeno il 50% percento di fibre sintetiche. L’etichetta dovrà riportare un avviso al consumatore relativo al fatto che le fibre sintetiche contenute nel prodotto potrebbero disperdersi nell’ambiente sotto forma di microplastiche.