Vision & Values

Originalità, affidabilità, reattività sono i valori distintivi di Brachi.

Muoviamo la qualità

Muoviamo la qualità sintetizza il nostro modo di fare impresa, la volontà di portare avanti la tradizione in chiave sempre più innovatrice e dinamica.

Ogni decisione assunta, ogni comportamento adottato e preteso dai nostri collaboratori, ogni promessa di risultato hanno in comune l’idea che la qualità sia il mezzo e il fine ultimo dello sviluppo.

Crediamo nella professionalità, nella riservatezza e nella capacità di interpretare le esigenze delle imprese attraverso un carnet di servizi scalabili e personalizzati.

Siamo originali perché sappiamo cose che gli altri non sanno e che mettiamo a disposizione delle imprese attraverso soluzioni inedite per la competitività.

Siamo affidabili perché pensiamo che i rapporti – con i clienti e con i nostri stessi collaboratori – acquistino valore nel tempo.

Siamo reattivi perché ci impegnamo costantemente a migliorare i nostri tempi di risposta nel servizio e nella raccolta degli input proposti dal mercato. 

Igroscopico, ignifugo… È il poliacrilato!

Una nuova, performante fibra tessile riconosciuta dall’Unione Europea

Nuove regole sulla denominazione delle fibre tessili, l’etichettatura e il contrassegno della composizione fibrosa dei prodotti tessili. La novità più importante riguarda l’introduzione di una nuova fibra, il “poliacrilato”, con caratteristiche davvero molto interessanti per l’industria tessile e dell’abbigliamento tecnico.

Al bando 33 sostanze classificate CMR

Le restrizioni riguardano i prodotti tessili e le calzature commercializzati nell'UE

L’Unione Europea ha approvato una serie di importanti restrizioni d’uso per 33 sostanze classificate CMR in articoli tessili, abbigliamento e calzature.
Si tratta di sostanze cancerogene, mutagene e tossiche per la riproduzione impiegate nei processi produttivi o per attribuire al prodotto proprietà specifiche.

Inquinamento da microplastiche

Pronta una legge per l’etichettatura dei capi di abbigliamento con alto contenuto di fibra sintetica

In California è in discussione una legge che renderà obbligatoria l’etichettatura dei capi di abbigliamento contenenti almeno il 50% percento di fibre sintetiche. L’etichetta dovrà riportare un avviso al consumatore relativo al fatto che le fibre sintetiche contenute nel prodotto potrebbero disperdersi nell’ambiente sotto forma di microplastiche.