24 settembre 2015

Brachi apre in Bangladesh!

Un nuovo laboratorio a Dhaka per portare la cultura della qualità dove più occorre

Per Brachi Testing Services, il 2015 segna l’apertura di una nuova sede operativa in Bangladesh. Una novità importante che può essere ora ufficializzata e che accredita ancora di più il laboratorio Brachi per la sua capacità di essere a fianco dei brand là dove hanno le loro produzioni più importanti.

Come ben sanno gli operatori del settore della moda e del tessile, il Bangladesh è il secondo produttore al mondo di articoli di abbigliamento. Il settore è strategico per le chance di sviluppo del paese, contribuendo in gran parte all’aumento attuale del PIL.
Moltissimi brand hanno avviato proprie produzioni nel paese del sub-continente indiano, attratti anche dall’assenza di dazi che vigono invece altrove e da un andamento economico generale fortemente positivo.

Secondo il ministro del Commercio Tofail Ahmed, che il 20 settembre ha aperto le celebrazioni per la giornata nazionale del Bangladesh a Milano Expo, «il Bangladesh è oggi un paese libero e sviluppato, con un PIL di quasi 22 miliardi di dollari».
Una realtà interessante, insomma, seconda sola alla Cina dove Brachi, peraltro, è già da anni solidamente presente.

Da queste considerazioni, nasce la decisione di Brachi di aprire nella capitale Dhaka una propria sede, rilevando il laboratorio della maggiore associazione nazionale di produttori di abbigliamento, la BGMEA.
Il progetto è di farne un ente terzo in grado di emettere rapporti di prova imparziali, un laboratorio specializzato all’avanguardia tecnologica che possa supportare i brand – in primis quelli italiani – già presenti in Bangladesh con proprie produzioni o intenzionati a seguire a breve tale strada.

Il valore in più è rappresentato dall’ampia gamma di servizi di consulenza tecnica e normativa offerti in loco ai propri clienti, che distingue Brachi Testing Services dai suo principali competitors.
L’esperienza in Cina insegna ed esattamente quello il modello che sarà proposto anche in Bangladesh, per offrire ai brand italiani gli stessi standard di qualità a cui sono abituati in patria.

L’operazione include una serie di iniziative benefiche e d’importanti progetti in ambito formativo, con la creazione di borse di studio pensate per avviare ragazzi meritevoli alla carriera di tecnici di laboratorio.
È un “dettaglio” di grande significato, che qualifica Brachi Testing Services e il Gruppo nella sua interezza per l’attenzione riservata da sempre agli aspetti della CSR e della sostenibilità come scelta etica e, insieme, come fattore competitivo.

«L’obiettivo ultimo e più ambizioso – ha detto Giulio Lombardo, Sales & Marketing Director di Brachi e chairman di Brachi Testing Services Bangladesh – è la diffusione di una più consapevole cultura della qualità, di processi produttivi rispettosi dei diritti e del benessere dei lavoratori e di prodotti controllati a tutela di tutti i consumatori».

Condividi