10 dicembre 2015

Sostanze chimiche, addio!

Dedicato alla filiera, focus sugli strumenti di ZDHC per sostenere l’impegno Detox

4sustainability, il network creato da Brachi e Process Factory per sostenere la filiera nell’attuazione di strategie orientate alla sostenibilità e alla riduzione delle sostanze chimiche pericolose, organizza un incontro operativo rivolto specificamente alle aziende del distretto pratese.
L’iniziativa, che segue di un mese la partecipazione del network – unica agenzia italiana di consulenza – al Fall Meeting di Zero Discharge of Hazardous Chemicals (ZDHC) nasce dalla convinzione che per sostenere certi obiettivi occorra favorire l’integrazione fra tutti i soggetti interessati.

Al tavolo di ZDHC siedono i brand più importanti del mondo: gli stessi che sul chemical managament richiedono oggi alla filiera non solo un impegno formale, ma risultati misurabili; gli stessi che per primi hanno aderito al programma Detox di Grenpeace per l’eliminazione di 11 sostanze dai loro processi produttivi e da quelli dei loro fornitori.
Lavorare insieme, dunque, si può e conviene, perché fra chi definisce le linee di indirizzo (Detox) e chi fornisce anche gli strumenti per metterle in pratica (ZDHC) esiste un’assoluta complementarietà e comunanza di visione.
Il presupposto è che non basta una firma per ridurre l’utilizzo delle sostanze chimiche pericolose. L’adesione a un impegno come quello proposto dal programma Detox è importante e necessaria, ma deve essere sorretta da un protocollo che definisca metodi e dispositivi, perché questo è ciò che impone oggi il mercato.


Il ruolo che 4sustainability si è conquistato in seno a ZDHC, la sua tradizionale vicinanza alle aziende del territorio e le competenze acquisite sul chemical management a livello sia di prodotto che di processi, ne fanno l’interlocutore ideale per mettere a fuoco gli strumenti utili a realizzare programma Detox e ogni impegno teso alla riduzione delle sostanze chimiche pericolose.
L'invito è aperto a partecipare all’incontro cin programma su questi temi il 22 dicembre prossimo, dalle 10.00 alle 12.30, al Golf Club Le Pavoniere a Prato.

Condividi